Mutui: Detrazioni Fiscali

Print Friendly

Quando e cosa detrarre.

Quando effettuiamo la dichiarazione dei redditi dobbiamo ricordarci di detrarre dall’IRPEF la quota spettante relativa agli interessi passivi di mutuo secondo quanto indicato nel TUIR (Teso Unico delle Imposte sui Redditi).

Attualmente il testo indica la possibilità di detrarre dall’imposta lorda un importo pari al 19% della somma degli interessi passivi fino ad un massimo di 4.000 euro (a partire dalla Finanziaria del 2008). Questo è possibile però solamente per l’abitazione principale (ovvero dove si ha la residenza), inoltre tale circostanza deve avvenire entro un anno dall’acquisto dell’immobile.

Quanto si risparmia quindi ? Nel caso di mutuo a tasso fisso è sufficiente vedere il piano di ammortamento consegnatoci dalla banca il giorno della stipula, nel caso di mutuo a tasso variabile ci si deve far consegnare dalla banca la certificazione delle rate di mutuo pagate nell’anno (la banca la invia comunque per obblighi fiscali).

Con in mano l’estratto delle rate versate si deve sommare la sola quota interessi relativa all’anno solare oggetto di dichiarazione dei redditi, se questa supera i 4000 euro si deve limitarla a tale valore.

Ottenuta quindi questa somma si calcola il 19% e questo è ciò che effettivamente si risparmia dalle tasse !

Facciamo un esempio, che per comodità si riferisce ad un mutuo a tasso fisso, ma il concetto è identico per un mutuo a tasso variabile:

Esempio Piano di Ammortamento

In questo caso si sono versati interessi per 7.749,61 euro, lo dobbiamo quindi limitare al tetto massimo, ovvero 4000 euro.

A questo punto,  la detrazione di imposta è pari a 4000 x 19 / 100 = 760 euro.

Nota Bene: nel caso in cui il mutuo sia intestato a due persone, ciascuna di essa ha diritto al 50% di tale detrazione !

Nel Luglio del 2010 l’Agenzia delle Entrate stabilisce con la Circolare num.39 anche i criteri per la detrazione delle spese di intermediazione immobiliare per la prima casa è possibile detrarre:

  • le spese del rogito;
  • le spese della sottoscrizione del contratto;
  • le spese per la ristrutturazione;
  • le spese per l’intermediazione.

Si può detrarre fino ad un massimo di 1.000 euro dalle spese qua sopra indicate.

Se ti è piaciuto questo articolo clicca su:

Deal Nazionale 300x250

Parole di Ricerca:


Nessun commento


Trackback e pingback

  1. Nessun trackback o pingback disponibile per questo articolo

Scrivi un Commento su www.passioneRisparmio.itScrivi un commento

AVVISO: può essere che i commenti debbano essere approvati.
Non inviare nuovamente il commento se non lo vedi visualizzato.


Articoli In Evidenza

Mutuo Deutsche Bank Tasso Variabile
Recensione Mutuo Deutsche Bank Pratico A Tasso Variabile
Oggi parliamo della nuova proposta della Deutsche Bank in ambito di mutui a tasso variabile, nello specifico il nuovo mutuo “pratico”. E’ un mutuo degno di nota perché presenta, ad oggi, uno degli spread più bassi che si possono ottenere: lo… Leggi tutto»
Quale mutuo scegliere in periodo di crisi ?
In questo periodo di crisi sono molti gli italiani che desiderano comunque acquistare casa, tra l’altro in un momento in cui il mercato immobiliare è tendenzialmente in ribasso. Ma quale mutuo scegliere ? Su queste pagine si è discusso da molto… Leggi tutto»
youbanking
Conto Corrente YouBanking: recensione ed opinioni
La nuova banca Youbanking. Youbanking è la nuova proposta di Internet Banking del Banco Popolare.  E’ di fatto una banca online con assistenza multicanale (internet, telefono fisso e mobile, smartphone) e con accesso anche alle filiali… Leggi tutto»
WeBank - Conto Corrente
Recensione Conto Corrente WeBank
La Banca WeBank. WeBank è una banca attiva solo online del gruppo Bipiemme nata il 4 Novembre 2009. Come altre banche online ha costi di gestione molto bassi e quindi può proporre ai clienti dei prodotti molto competitivi. Oggi… Leggi tutto»
Spread mutui
Spread mutui
In quest’articolo rispondiamo ad alcune domande tipiche sullo spread. Cos’è lo Spread sul mutuo ? Lo spread è la maggiorazione che le Banche applicano sui tassi di interesse nei contratti di mutuo, il valore è fissato una volta per sempre… Leggi tutto»
Intesa SanPaolo - Domus Giovani
Mutuo 100% per i giovani: Domus Giovani di Intesa SanPaolo
Domus Giovani Banca Intesa San Paolo propone un nuovo mutuo flessibile e protetto per giovani fino ai 35 anni. Fonte: Sito Intesa SanPaolo Caratteristiche del richiedente Domus Giovani è richiedibile da giovani con età compresa tra… Leggi tutto»