Quanto costa un mutuo ?

Print Friendly
quanto costa un mutuo

Sempre più spesso ci viene posta la seguente domanda: “Quanto mi costa il mutuo oltre l’importo richiesto ?”

Per rispondere a questa domanda dobbiamo prendere in considerazione diversi fattori, ma possiamo classificarli in due tipologie:

1) spese iniziali “una tantum”
2) spese periodiche dipendenti dalla durata del mutuo

Inoltre dobbiamo considerare che le spese che riporteremo qui sotto sono strettamente dipendenti dalla banca che erogherà il mutuo. Ma veniamo al dettaglio delle spese.

Spese Iniziali “una tantum”

Le spese iniziali per l’accensione di un mutuo (e per l’acquisto di un immoobile) sono:

  • le spese di istruttoria della banca: varia da istituto ad istituto, va da un minimo di zero euro per le Banche Online (ING Direct, WeBank, CheBanca) ad un massimo di 200 – 300 euro;
  • spese di agenzia immobiliare: qualora si compra tramite intermediario, va calcolato anche la loro provvigione, tipicamente compresa tra l’1% e il 4% del valore dell’immobile;
  • spese di perizia tecnica per l’accensione di un mutuo: per alcune banche è gratuito, per altre è a carico del cliente, tipicamente intorno ai 250 euro;
  • notaio per 2 atti, uno di mutuo ed uno di compravendita: varia fortemente da notaio a notaio (per il dettaglio potete vedere il sito notaio.org) e dal valore dei due atti.  A titolo di esempio per un atto di compravendita di un immobile di 300,000 la tariffa notarile è di circa 2,500 euro, mentre per l’atto di mutuo la tariffa è di circa 2,000 euro. Totale circa 4,500 euro;
  • imposte per la prima casa (nel caso di acquisto da privato) si ha:
    • imposta di registro : pari al 3% del valore catastale
    • imposta ipotecaria: pari a 168 euro fissi;
    • imposta catastale: pari a 168 euro fissi
  • imposte nel caso di acquisto costruttore si ha:
    • IVA prima casa: pari al 4% del valore di acquisto;
    • IVA seconda casa: pari al 10% del valore di acquisto;
    • imposta ipotecaria + imposta catastale: pari a 504 euro fissi
  • imposte per la seconda casa (nel caso di acquisto da privato) si ha:
    • imposta di registro: pari al 7% del valore catastale
    • imposta ipotecaria: pari al 2% del valore catastale
    • imposta catastale: pari al 1% del valore catastale
  • polizza incendio e scoppio: dipende fortemente dall’istituto bancario, tipicamente tra i 1,000 e i 3,000 euro;
  • polizza proteggi mutuo: non è obbligatoria, ma le banche la abbinano sempre più ai mutui, ed è di circa 10,000 – 15,000 euro a seconda del valore per cui si decide di proteggere il mutuo

Spese Periodiche

Da non sottovalutare le spese periodiche collegate alla richiesta di mutuo che possono far lievitare il costo totale nell’arco dell’intera durata del contratto:

  • spese incasso rata: tipicamente 1,5 – 2,0 euro  mensili (anche se per alcune banche è gratuito);
  • spese gestione conto corrente: tipcamente circa 20 euro annuali ma fortemente dipendenti dalla banca erogante il mutuo;
  • polizza incendio e scoppio: alcune banche non richiedono il pagamento in un’unica soluzione, ma una rata annuale il cui valore dipende fortemente sia dal valore dell’immobile che dall’istituto erogante il mutuo;

Se ti è piaciuto quest’articolo clicca su:

Finalità Tipo di tasso
Valore immobile Importo mutuo
MutuiOnline S.p.A. - P. IVA 13102450155 - Iscrizione Albo Mediatori Creditizi presso Banca d'Italia n 235

Parole di Ricerca:


Nessun commento


Trackback e pingback

  1. Nessun trackback o pingback disponibile per questo articolo

Scrivi un Commento su www.passioneRisparmio.itScrivi un commento

AVVISO: può essere che i commenti debbano essere approvati.
Non inviare nuovamente il commento se non lo vedi visualizzato.


Articoli In Evidenza

Mutuo Deutsche Bank Tasso Variabile
Recensione Mutuo Deutsche Bank Pratico A Tasso Variabile
Oggi parliamo della nuova proposta della Deutsche Bank in ambito di mutui a tasso variabile, nello specifico il nuovo mutuo “pratico”. E’ un mutuo degno di nota perché presenta, ad oggi, uno degli spread più bassi che si possono ottenere: lo… Leggi tutto»
Quale mutuo scegliere in periodo di crisi ?
In questo periodo di crisi sono molti gli italiani che desiderano comunque acquistare casa, tra l’altro in un momento in cui il mercato immobiliare è tendenzialmente in ribasso. Ma quale mutuo scegliere ? Su queste pagine si è discusso da molto… Leggi tutto»
youbanking
Conto Corrente YouBanking: recensione ed opinioni
La nuova banca Youbanking. Youbanking è la nuova proposta di Internet Banking del Banco Popolare.  E’ di fatto una banca online con assistenza multicanale (internet, telefono fisso e mobile, smartphone) e con accesso anche alle filiali… Leggi tutto»
WeBank - Conto Corrente
Recensione Conto Corrente WeBank
La Banca WeBank. WeBank è una banca attiva solo online del gruppo Bipiemme nata il 4 Novembre 2009. Come altre banche online ha costi di gestione molto bassi e quindi può proporre ai clienti dei prodotti molto competitivi. Oggi… Leggi tutto»
Spread mutui
Spread mutui
In quest’articolo rispondiamo ad alcune domande tipiche sullo spread. Cos’è lo Spread sul mutuo ? Lo spread è la maggiorazione che le Banche applicano sui tassi di interesse nei contratti di mutuo, il valore è fissato una volta per sempre… Leggi tutto»
Intesa SanPaolo - Domus Giovani
Mutuo 100% per i giovani: Domus Giovani di Intesa SanPaolo
Domus Giovani Banca Intesa San Paolo propone un nuovo mutuo flessibile e protetto per giovani fino ai 35 anni. Fonte: Sito Intesa SanPaolo Caratteristiche del richiedente Domus Giovani è richiedibile da giovani con età compresa tra… Leggi tutto»